Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

LA GUERRA DEL GRANO RUSSA

Immagine dell'articolo

Attraverso il viceministro degli Esteri, Andrey Rudenko la Russia a fatto sapere  di essere disposta al  dialogo con tutti i partner internazionali in merito alle  forniture di grano dall'Ucraina sollecitata da un appello lanciato dall'Occidente a Mosca. Ma l’eventuale apertura di un corridoio umanitario per le navi che trasportano prodotti alimentari fuori dall'Ucraina non potrà prescindere da un ritiro delle sanzioni contro la Russia

Il viceministro ha poi affermato che un'eventuale scorta occidentale delle navi che trasportano grano dall'Ucraina aggraverebbe seriamente la situazione nel Mar Nero

Il nostro ministro degli esteri, Di Maio, durante la festa dell'educazione alimentare della Coldiretti ha affermato in merito che dopo la pandemia, che ha già colpito altre 100 milioni di persone nel mondo, il conflitto in Ucraina con il blocco delle esportazioni di grano sta provocando instabilità alimentare in molti Paesi provocando conseguentemente anche  instabilità politica aggiungendo “La guerra in Ucraina può generare altre guerre per quello che può accadere sui mercati dal punto di vista alimentare ed energetico".

Il ministero della Difesa Inglese su Twitter scrive inoltre che la guerra in Ucraina ha  già messo sotto pressione, anche se indirettamente, i prezzi del grano a livello globale.  Un trend destinato a proseguire poiche' la minaccia del blocco navale russo continua a ostacolare l'ingresso delle navi da carico nei porti ucraini. Con un conseguente crescente impatto sui prezzi dovuto alla carenza di offerta.

Secondo la FAO, Russia e Ucraina rappresentano insieme circa il 28% delle forniture mondiali a oggi  in parte bloccati per la chiusura dei porti sul mar nero che impediscono le esportazioni con un impatto drammatico su 36 Paesi che dipendono da Mosca e Kiev per oltre la metà delle importazioni di grano, come Libano, Siria, Yemen, Somalia and Repubblica democratica del Congo

FONTE: ariamediterranea.it 

25/05/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

In evidenza

15 GIU 2022

IL VAIOLO DELLE SCIMMIE SI STA DIFFONDENDO IN EUROPA

L’OMS è in allarme

10 GIU 2022

‘PROSPETTIVA ARCHIVI’: IL PRIMO PORTALE CON 30 MILA FOTO STORICHE

La Fondazione Fiera Milano, per valorizzare il patrimonio archivistico, ha messo online le immagini del proprio Archivio.

08 GIU 2022

SALARIO MINIMO: NON SI RIESCE A TROVARE UN'INTESA

La direttiva UE non riesce ad essere recepita per la mancanza di un accordo tra le parti sociali

06 GIU 2022

FESTIVAL DEL CINEMA DI ROMA 2022

Dal 13 al 23 ottobre 2022 si terrà la diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma

01 GIU 2022

NEI PROSSIMI GIORNI CALDO INTENSO IN TUTTA ITALIA

L’apice dell’ondata di caldo sarà raggiunto tra venerdì e sabato

31 MAG 2022

ROMA: TOMBA DI ‘ALFREDINO’ PROFANATA CON SVASTICHE

Il bambino morì nel 1981, dopo esser caduto in un pozzo a Vermicino.

25 MAG 2022

LA GUERRA DEL GRANO RUSSA

Il conflitto in Ucraina sta creando non solo instabilità alimentare, ma anche politica in molti Paesi dipendenti dalle forniture di grano dai Paesi in guerra

24 MAG 2022

IL 12 GIUGNO "ELECTION DAY"

Insieme alle elezioni amministrative, tutti i cittadini italiani sono chiamati alle urne per esprimersi su 5 quesiti referendari in tema di giustizia

23 MAG 2022

NELLA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO RITROVATI DUE ORDIGNI RISALENTI ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE

L’area è stata subito delimitata, gli artificieri procederanno alla rimozione

19 MAG 2022

IL CUBO DI RUBIK

Il famosissimo rompicapo fu inventato il 19 Maggio 1974