Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

SCOPERTA LA FAGLIA CHE PROVOCO' IL TERREMOTO DI MESSINA DEL 1908

Immagine dell'articolo

E' stata scoperta nei fondali tra la Sicilia e la Calabria la faglia marina che provocò la più grave catastrofe sismica d'Europa, il terremoto-tsunami di Messina-Reggio Calabria del 28 dicembre 1908. E' il risultato di uno studio internazionale condotto sui fondali dello Stretto di Messina e sull'attività sismo-tettonica dell'area dalle Università di Catania e di Kiel (Germania) e dall'Osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

"L'ecografia del fondale ha consentito di individuare in modo inequivocabile una profonda spaccatura nel fondale dello Stretto di Messina - spiegano i ricercatori -. La faglia mostra evidenze di attività recente poiché disloca il fondale marino con scarpate fino a 80 metri di altezza. L'analisi sismica in ambiente 3D e studi geomorfologici sul terreno hanno poi permesso di seguire la faglia per tutto il suo sviluppo".

Il movimento tellurico del 1908 che oggi è ricordato nei cataloghi sismici come il più potente mai registrato in Europa in epoca strumentale, fece vibrare la terra per più di 30 secondi e portò alla distruzione completa delle città di Messina e Reggio Calabria e di altri numerosi centri minori causando la morte di 100mila persone. Lo scuotimento fu avvertito distintamente in tutta l'Italia meridionale, in Montenegro, in Albania, ma anche in Grecia e a Malta e fu seguito, in meno di 10 minuti, da un'onda di maremoto (tsunami) che superò localmente i 10 metri di altezza.

L'onda si abbatté impetuosa sulle coste dello Stretto aggiungendo devastazione e morte lungo le aree costiere già gravemente danneggiate e dove molti abitanti, impauriti, si erano rifugiati. Sebbene agli albori della sismologia strumentale, il terremoto fu registrato da numerose stazioni sismiche sparse in tutto il mondo che ne collocarono l'epicentro in mare lungo l'asse dello Stretto di Messina.

FONTE:ariamediterranea.it 

 

03/06/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

In evidenza

30 LUG 2022

‘GIORNATA MONDIALE DELL’AMICIZIA’

L’obbiettivo della giornata è di sottolineare l’importanza di costruire legami con le persone che ci circondano.

29 LUG 2022

L'APPELLO DEI GIOVANI ALLA POLITICA: #20e30

L'idea di canalizzare su Instagram e Twitter l'insofferenza e la delusione dei giovani dai 20 ai 30 anni e chiedere rassicurazioni sul futuro

20 LUG 2022

RITROVATA DAI CARABINIERI UNA TELA DI ARTEMISIA GENTILESCHI

Un eccezionale recupero di un dipinto seicentesco della pittrice italiana della scuola del Caravaggio che era stato trafugato.

19 LUG 2022

RATEIZZAZIONI SEMPLIFICATE CARTELLE ESATTORIALI

Sul sito dell’agenzia delle Entrate sono già presenti i moduli per rateizzare le cartelle esattoriali fino a 120 mila euro.

18 LUG 2022

FRIDA KAHLO: IL SUO RICORDO ANCORA VIVO DOPO 68 ANNI DALLA SUA MORTE

Frida è Ormai per tutti un' icona di coraggio e determinazione

16 LUG 2022

L’ITALIA HA BISOGNO DI STABILITA’

Gli imprenditori italiano stanno dalla parte d Draghi

12 LUG 2022

L'EURO RAGGIUNGE LA PARITA' COL DOLLARO

Ai minimi degli ultimi 20 anni la moneta unica europea

09 LUG 2022

IL DEBUTTO DELLE AZZURRE AGLI EUROPEI

L’esordio contro la Francia

08 LUG 2022

TRIBUNALE MILANO: OK EREDITA’ DIGITALE

La sentenza stabilisce che i familiari hanno il diritto di ottenere le password, degli account dei siti web, di persone decedute.

06 LUG 2022

SCIENZA: SCOPERTI VERMI GHIOTTI DI POLISTIROLO

In futuro, la scoperta contribuirà allo smaltimento dei rifiuti plastici.